lunedì 28 settembre 2009

Un grande vitigno, l'aglianico del vulture



Ecco un vitigno a me molto caro per ovvi motivi geografici ma non solo.
Vigoroso, potente e profumato e grande predisposizione all'invecchiamento ne fanno uno tra i vini più importanti del panorama enologico italiano.
Generalmente di colore rosso granato, e dopo lungo affinamento (nella quasi totalità dei casi avviene in barrique) presenta vivaci riflessi aranciati. Profumi intensi di frutta matura come more, amarene e lamponi accompagnati da note eteree e speziate. Gusto tannico, grande struttura ed alcolicità (tra i 13,5 e i 15°) con lunga persistenza.
Vino adatto ad accompagnare piatti succulenti e piccanti, pasta al forno, ragù, carne arrosto e formaggi stagionati.
Un grande vino ancora poco conosciuto e valorizzato.

2 commenti:

  1. già...anche secondo me dovrebbe essere valorizzato in primis dagli enti pubblici, e poi dagli operatori turistici locali e dal...passaparola!!! E' un grande vitigno da cui nascono GRANDI vini! Io sono un fan sfegatato di Aglianico!

    RispondiElimina
  2. il vero aglianico non è quello in fotografia, perchè un vero produttore non metterebbe mai un impianto di irrigamento a goccia perchè sa che piu non piove e piu il vino sarà buono

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails