martedì 29 settembre 2009

Comunicazione visiva e aziende vinicole [del sud]



Quanto conta l'aspetto estetico per un'azienda vinicola, o meglio quanto dovrebbe contare?
Tantissimo, almeno dal mio punto di vista e vi spiego il perchè.
Ne ero convinto già prima per ovvi motivi (sono un grafico), ma da quando sono anche enotecario, ne sono convinto ancora di più, infatti, non immaginerete quante vendite mi hanno permesso di fare soltanto l'estetica e il buon gusto con il quale sono state "abbigliate" alcune bottiglie.

Vestire la bottiglia non è cosa di poco conto da affidare all'etichettificio o al primo grafico che capita, l'abbigliaggio dovrebbe essere effettuato solo dopo l'analisi della tipologia di prodotto, della fascia di prezzo a cui sarà venduto e del canale di distribuzione a cui sarà affidato, e ciò non è possibile farlo senza l'esperienza e la passione.
Scopo di questo lavoro è di esaltare quel vino e le sue caratteristiche, valorizzarlo ed innalzare la percezione che il consumatore ha di quel prodotto e della cantina che lo produce.
Purtroppo, per molte cantine dell'aglianico del vulture e della Puglia, questa sembra essere aria fritta e il professionista della comunicazione viene spesso percepito come un venditore di fumo...
Sarà questo uno dei motivi per il quale la Puglia riesce a imbottigliare solo il 10% del vino prodotto?

E la Toscana?

Loro sì che sono bravi - mi diceva un produttore pugliese - imbottigliano 2 volte la quantità di vino prodotto in quella regione...

lunedì 28 settembre 2009

Congresso nazionale dell’Associazione italiana sommelier in Basilicata



Quest’anno sarà la Basilicata, per la prima volta, ad ospitare il congresso nazionale dell’Associazione italiana sommelier (Ais), giunto alla quarantatreesima edizione. La manifestazione, in programma dal 30 settembre al 4 ottobre, partirà dal “cuore” dell’enologia lucana, il Vulture, per toccare i Sassi di Matera e altre località.
“La Basilicata – ha spiegato il presidente dell’Ais della Basilicata, Vito D’Angelo, presentando l’evento alla stampa – sarà al centro del panorama enologico nazionale, con la partecipazione, oltre che di 300 sommelier provenienti da ogni regione d’Italia, di un parterre di presenze qualificate e qualificanti, tra cui Maurizio Zanella, presidente del Consorzio Franciacorta, rappresentanti della famosa azienda vitivinicola Maschio, Carlo Ziliani del Gruppo Berlucchi e Franco Ricci, direttore di Bibenda e presidente dell’Ais Lazio”.
L’evento, cui parteciperanno operatori nel settore enogastronomico, ristoranti, enotecari, tour operator, winemakers, si propone come azione di marketing territoriale e momento di dialogo tra le diverse realtà produttrici di vino regionali e nazionali.
“Il congresso – ha continuato D’Angelo – darà l’occasione a molti partecipanti di conoscere la Basilicata, effettuando un viaggio anche emozionale alla scoperta di una terra ricca di ambiente e cultura, in un itinerario che inizierà da Barile e si snoderà nei Sassi di Matera, nella Venosa di Orazio e Gesualdo, nella terra di Giustino Fortunato, Rionero. Abbiamo voluto proporre la Basilicata come sede del congresso, nella convinzione che riuscire a comunicare il territorio e i prodotti che lo rappresentano attraverso la cultura del vino, ricca di suggestioni simboliche, sia una sfida che è possibile vincere d’intesa con le Istituzioni locali. Un valore aggiunto per la nostra regione, se consideriamo che il turismo del vino muove ogni anno circa tre milioni di visitatori”.
Per l’assessore all’Agricoltura, Vincenzo Viti “la Regione sta scommettendo sul vino di qualità. L’istituzione dell’Enoteca regionale, più concreta dopo la scelta della sede e che vedrà un profondo coinvolgimento dei produttori, non mancherà di dare un forte impulso allo sviluppo del settore che sta raccogliendo notevoli consensi e riconoscimenti”.
“Il congresso dei sommelier – ha aggiunto l’assessore - si propone come un’esperienza di marketing territoriale di grande spessore, che punta a valorizzare i prodotti tipici della nostra terra insieme ai centri di eccellenza culturali e coincide con l’idea di una Regione produttrice densa che si propone al Paese con una sua qualità. Contribuiamo a questa iniziativa per un impegno assunto dal presidente De Filippo e concretizzata dalla collaborazione dei Dipartimenti Agricoltura e Attività produttive, dell’Apt, dell’Alsia, delle Comunità montane del Vulture e dell’Alto Basento, perché il vino, nelle cui radici c’è il senso della storia di un comunità, sia ambasciatore di civiltà”.
Il presidente della Comunità montana Alto Bradano, Gerardo Ferretti, ha sottolineato che “il connubio ambiente, cultura e territorio è un tema sul quale un ente locale non può rimanere insensibile. La nostra esperienza ci dice che il territorio si conosce anche attraverso i suoi prodotti. Stiamo lavorando per la valorizzazione della nostra enogastronomia. Il congresso dell’Ais potrà contribuire a far conoscere alla ribalta nazionale la Basilicata nelle sue varie sfaccettature”.

Fonte: Basilicatanet.it

Inutile dire che seguirò l'evento con estremo interesse, vi terrò aggiornati...

Un grande vitigno, l'aglianico del vulture



Ecco un vitigno a me molto caro per ovvi motivi geografici ma non solo.
Vigoroso, potente e profumato e grande predisposizione all'invecchiamento ne fanno uno tra i vini più importanti del panorama enologico italiano.
Generalmente di colore rosso granato, e dopo lungo affinamento (nella quasi totalità dei casi avviene in barrique) presenta vivaci riflessi aranciati. Profumi intensi di frutta matura come more, amarene e lamponi accompagnati da note eteree e speziate. Gusto tannico, grande struttura ed alcolicità (tra i 13,5 e i 15°) con lunga persistenza.
Vino adatto ad accompagnare piatti succulenti e piccanti, pasta al forno, ragù, carne arrosto e formaggi stagionati.
Un grande vino ancora poco conosciuto e valorizzato.

domenica 27 settembre 2009

Salve mondo!


Eccoci al primo post di Vinicolamente, era da tempo che meditavo di aprire un blog per esprimere e condividere con enoamatori, appassionati e passanti, idee, opinioni e riflessioni sul mondo del vino, dell'enogastronomia e qualsiasi altra cosa mi passi per la mente.

Stay tuned!
Related Posts with Thumbnails