martedì 18 ottobre 2011

Tartufo bianco: abbinare il giusto vino


E' da poco partita la stagione di raccolta del Tartufo Bianco pregiato, conosciuto anche come Tartufo di Alba e con il nome scientifico di Tuber Magnatum, il tartufo più pregiato in assoluto.

Non tutti però sanno che il tartufo bianco non si trova solo ed esclusivamente ad Alba o in Piemonte, ma anche in altre zone d'Italia.
E' presente, infatti, anche in diverse zone dell'appennino. Tartufo bianco di ottima qualità lo si trova ad esempio nelle montagne tra Basilicata e Calabria, qui un cavatore mio amico, mi raccontava di avere dei clienti, commercianti di tartufo, proprio ad Alba!
Il motivo è presto detto, la potenza del marketing e della promozione messa in atto dalla regione Piemonte, dal comune di Alba, dai commercianti e trifolai di Alba è stata tale che ad oggi la richiesta di tartufo di quella zona è ampiamente maggiore rispetto a quanto si riesce a "bucare" in quella zona, pertanto i commercianti sono costretti ad acquistare il tartufo da altre zone, prediligendo il tartufo proveniente dalla Basilicata poichè ritenuto di pari qualità a quello delle Langhe.

Io amo il tartufo, specie quello bianco, amo il suo profumo dirompente, la potenza del suo aroma, uno dei pochissimi ingredienti al mondo in grado di cambiare completamente un piatto con la sua presenza, il tartufo è in grado di rendere strepitose delle semplici uova fritte, nè bastano 2 sottilissime fettine.

L'abbinamento di piatti che prevedeono l'uso del tartufo non è affatto semplice, anzi. Diverse sono le scuole di pensiero che dividono i sommelier, alcuni propendono verso vini rossi maturi, morbidi e poco tannici, altri invece verso vini bianchi aromatici.

E' d'obbligo una macro-distinzione, se parliamo di tartufo nero estivo (scorzone), il quale interpreta la terrosità di un bosco, il bosco fatto materia, personalmente opterei verso un Erbaceo di Colli della Murgia, vino sapido e asciutto, dalla brillante acidità e dai chiari sentori di erba sfalciata.

Il Re dei tartufi, il bianco pregiato invece, potenza, dirompenza di profumi di idrocarburi è e deve restare il re indissoluto anche della vostra tavola, pertanto necessita certamente di un vino importante, ma che non deve prevalere su un grande ingrediente qual'è il tartufo bianco.
Consiglio un abbinamento con qualche Riesling tedesco, meglio se Prum Kabinett.

Se decidete di regalarvi una cena o un pranzo con del tartufo bianco pregiato, non scegliete il primo vino che vi capita a tiro in supermercato, correrete il rischio di rovinare tutto.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails